Piano per la tutela del clima

Cos’e il “Piano per la tutela del clima”, a volte chiamato “Piano del clima”?

Mentre il programma ComuneClima raccoglie ogni anno i dati del consumo energetico e le emissioni di CO2 degli edifici e delle strutture del comune, il Piano per la tutela del clima analizza tutti i dati energetici e le emissioni di CO2 del territorio comunale, compresi quelli privati (quindi anche quelli del turismo, degli artigiani e impianti di produzione ecc.).

 

Il PAESC si orienta alla strategia “KlimaLand 2050” della Provincia dell'Alto Adige, ovvero la riduzione delle emissioni di CO2 al di sotto di 1,5 tonnellate per persona all'anno entro il 2050. Il secondo grande obiettivo di questa strategia è quello di coprire il 90% del fabbisogno energetico in Alto Adige con fonti energetiche rinnovabili.

 

Per raggiungere questi obiettivi viene elaborato un catalogo di misure sulla base dei dati raccolti che prende in considerazione in particolare i seguenti aspetti: 

  • Massimizzazione dell'efficienza energetica e sfruttamento del potenziale di risparmio esistente negli edifici del comune nonché sensibilizzazione e incentivi riguardo a queste misure per il settore privato;
  • Riduzione delle emissioni di CO2 in tutto il territorio comunale;
  • Utilizzo di energia da fonti rinnovabili in tutto il territorio comunale;
  • Limitazione dell'inquinamento luminoso;
  • Monitoraggio.

Le misure sono definite dopo un'ampia fase di raccolta dati e sono quindi precisamente orientate alle esigenze e alle specificità del rispettivo comune. Le misure affrontano sia la protezione del clima (risparmio energetico e riduzione delle emissioni di CO2) che l'adattamento al cambiamento climatico. Si prenderanno quindi provvedimenti anche per quanto riguarda i cambiamenti climatici come il continuo riscaldamento e l'aumento di eventi meteorologici estremi, ad esempio forti piogge o tempeste. Non a caso il titolo ufficiale completo del Piano per la tutela del clima è “Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima 2020-2030” (PAESC).

 

Negli ultimi anni, l'Ökoinstitut ha elaborato un Piano per la tutela del clima per i comuni di Nova Ponente, Badia e San Candido. Se anche voi siete interessati a sviluppare un tale piano con il vostro comune non esitate a contattarci.

Il Suo browser non è supportato.

Scarica ora gratuitamente uno dei seguenti browser aggiornati ed efficienti: